Picco Confalonieri

“Picco Confalonieri” direttamente dai documenti storici della biblioteca Diocesana dell’Aquila  Il nome di Mons. Confalonieri ad una cresta del Gran Sasso – 5 Agosto 1941 – Giornata luminosa e di alto godimento spirituale è stata quella trascorsa a Campo Imperatore in occasione della festa della Madonna della Neve. Anche prescindendo dalla misticità dei riti della […]

Fonte cisterna di Ciarlotti

Fonte/cisterna di Ciarlotti o Fonte Ciarlotta “Fónt’ Ciarlótt’” (dialetto locale) Dalle poche notizie tramandate nel corso dei secoli non sono stati trovati scritti e relazioni inerenti alla fonte/cisterna di Ciarlotti, ragion per cui possiamo fare solo una ricostruzione sommaria  dai pochi elementi presenti in posto e dai lacunari racconti di qualche abitante, oramai diversamente giovane, […]

“SELLA DI PRATORISCIO” impropriamente detta “Campo Imperatore” da una carta topografica del 1888.

La Sella di Pratoriscio (2135slm) ora è impropriamente definita Campo Imperatore, in quanto vi sorge l’albergo omonimo. Sono in tale località la stazione superiore di arrivo della Funivia del Gran Sasso d’Italia, l’Osservatorio Astronomico e il giardino alpino creato dallo Scienziato Aquilano Vincenzo Rivera, fondatore dell’Università dell’Aquila. Il toponimo “Sella di Pratoriscio” ora tende a […]

La prima ascensione del Gran Sasso

La prima ascensione del “monte che è detto corno”, compiuta il 19 agosto del 1573 da un anziano e stravagante ingegnere militare bolognese: Francesco De Marchi,  guidato da alcuni montanari abruzzesi, è stata la prima scalata di una montagna documentata.   Accompagnato dal milanese Cesare Schiafinato e da Diomede dell’Aquila, nell’agosto del 1573 De Marchi si […]

Una scialpinistica attraverso le “meringhe” del Sirente

Accumulo di neve ventata, depositata mediante trasporto eolico della neve formante una struttura aggettante, conica rivolta verso il versante sottovento. Le imponenti meringhe nei pressi della Vetta Dall’interazione tra umidità e velocità del vento dipende anche la formazione delle cornici di neve che in genere avviene su dorsali e su creste ben rilevate. Questa struttura […]

L’uomo che inventò le previsioni del tempo

Oltre ad essere il pioniere assoluto della meteorologia moderna e l’antesignano della branca previsionale di questa scienza, Robert FitzRoy fu anche il primo a concepire l’idea di rendere le previsioni meteo disponibili al grande pubblico. L’uomo che per primo al mondo, dalla nascita del metodo scientifico in poi, ebbe la pazzesca intuizione di associare il […]

L’Acquedotto Castel del Monte

Nel 1902 su progettazione  dell’ing. Inverardi, con la collaudata teoria dei “vasi comunicanti”, fece arrivare l’acqua al paese di  Castel del Monte, mentre i residenti del luogo  si recarono in chiesa “gridando” al miracolo  perché, secondo loro, l’acqua non poteva risalire il valico di Capo la Serra posto a q 1600. Infatti l’ingegnere aveva previsto […]

Il Mulino San Martino alla Masseria Cappelli il Villaggio degli Arcari e il Rifugio Fioretti

Il  Mulino San Martino alla Masseria Cappelli  Insediamenti minori ed attività pastorali nel versante meridionale del Gran Sasso. Si tratta di un organismo spaziale complesso probabilmente formatosi sugli elementi residuali dell’antico castello di Chiarino: l’edificio identificato come Mulino e che in realtà presenta condotti di adduzione e di fuoriuscita per l’acqua del vicino torrente è […]

I laghi effimeri

Seppur meno conosciuti rispetto al famoso laghetto Sofia del Ghiacciaio del Calderone, i laghetti effimeri della Majella sono delle piccole perle dalle tonalità turchesi e indaco incastonate entro le conche dell’estesa pietraia della Valle di Femmina Morta a q 2451slm. “Che dura un sol giorno” recita la definizione letteraria di “effimero”.   In realtà l’aggettivo […]

La “Placca” della scoperta

La scoperta del terzo ed “ultimo”  Stemma Aragonese ha suggellato con successo una ricerca di un lavoro capillare sul territorio che durava da anni. (Il 1° Stemma Aragonese sul masso erratico) Ne aveva scritto e parlato il Prof A. Clementi negli anni ’80, dopo la scoperta di  uno Stemma Aragonase scolpito su un masso erratico sotto […]

Gli acquedotti

Una cavità artificiale riveste un ruolo rilevante  per la memoria storica di un luogo, essendo una testimonianza delle capacità progettuali e tecnologiche dell’epoca e delle consuetudini di vita quotidiana dei nostri antenati. (l’acquedotto di Aveja ispezionabile) Queste opere, cadute in disuso e abbandonate, spesso rischiano di essere dimenticate e meritano di essere studiate e preservate. […]

La cosiddetta “Lamata”: residui rocciosi, particolarmente bianchi, rivenienti da crolli, da spacchi e da erosioni eoliche

Tra storia e leggenda. La contessa Sibilia del Castello di Ocre, non volendo essere da meno del marito conte Berardo e della suocera contessa Realda che avevano fondato Santo Spirito per i frati, volle fondare Sant’Angelo per le monache. “E coscì fece”. Il monastero piccolo e semplice  nasce come una “casa”  dove furono chiamate le […]

Quello che forse non vedremo mai più…

La prima fonte a citare l’esistenza del castello di Ocre è il Catalogus Baronum che cita Todino di Collimento della stirpe dei conti dei Marsi suo feudatario; pochi anni più tardi una bolla di papa Alessandro III del 1178 lo cita  tra i possedimenti della diocesi di Forcona. Nel 1254 venne citato, col nome di […]

Il Laghetto Sofia

Quando meno te lo aspetti una gita in montagna ti può regalare un evento eccezionale: Il Laghetto Sofia “ghiacciato”. Nella conca situata ai piedi del Ghiacciaio del Calderone, l’unico corpo glaciale più a sud d’Europa, si forma in qualche estate il Lago Sofia o del Calderone. Le acque di fusione del ghiacciaio che si raccolgono […]